Crea nuovo account
il punto di riferimento per le armi ad aria compressa dal gennaio 2004
PORTALE AC.ORG
· Home
· Premessa fondamentale
· Regolamento
· Netiquette
 
ARCHIVI DINAMICI
· Archivio argomenti
· Archivio articoli
 
DOCUMENTI
· Contenuti aggiuntivi
· Sondaggi
 
UTILITÀ
· Downloads
· Web Links
 
MENÙ PERSONALE
· Home
· Account personale
· Gruppi di discussione
· Messaggi privati
 
SONDAGGIO
Di solito dove conservi le tue armi?

In apposito locale blindato e chiuso
In apposito armadio blindato e chiuso
In armadio generico o ripostiglio chiuso
In armadio generico o ripostiglio aperto
Sopra un armadio
Sotto il letto
In posto nascosto al partner e/o ai figli
In vista nella mia abitazione
In vista nella mia abitazione, ma disattivate
Nella mia abitazione, dove capita o dove ho spazio
In luogo diverso dalla mia abitazione
Altro (specificare con un commento)



Risultati
Sondaggi

Voti: 2596
Commenti: 0
 
USER INFO
Benvenuto, Anonymous
Iscrizioni:
Ultime: SamuelCh
Oggi: 0
Ieri: 3
Complessive: 19997

Utenti Online:
Visitatori: 207
Iscritti: 2
Totale: 209

Online ora:
01 : Eallorayes
02 : bob61
 
CROSMAN CK92
Armi a CO2

UNA REPLICA QUASI PERFETTA, NON "LICENZIATA" DALLA CASA MADRE, DELLA PISTOLA BERETTA 92, ALIMENTATA A BOMBOLETTA SELTZ (CO2)

Presentazione

La Crosman Ck92 e’ una pistola a Co2 replica della famosa Beretta 92. Distribuita dalla Kimar e’ stata una delle prime Co2 catalogate libere in Italia. Curiosamente sull’esemplare in mio possesso oltre al numero di conformità per la libera vendita (C.N 24) e’ presente anche il numero di catalogo nazionale che prima della liberalizzazione qualificava la pistola come arma comune.
La pistola e’ contenuta in una valigetta di plastica rivestita internamente in gommapiuma, in dotazione troviamo un esauriente manuale tradotto in italiano , 4 caricatori a tamburo, 2 bombolette di co2 e una bustina contenente un centinaio di piombini economici. Leggendo le istruzioni la dotazione dovrebbe comprendere anche un lucchetto di sicurezza per il blocco del grilletto ma non vi e’ traccia di questo accessorio nella confezione.

La pistola e’ una replica quasi perfetta ma non “ufficiale” della Beretta 92 e pertanto il nome della ditta italiana non compare sul fusto, sostituito dalla sigla CK92 incisa su un solo lato del finto carrello. Il nome del fabbricante “Crosman” e’ invece inciso sulla guancetta destra. L’aspetto dell’arma e’ molto convincente e maneggiandola si ha da subito una sensazione di solidità grazie anche alla realizzazione completamente in metallo ed al peso non indifferente di 1200g, praticamente identico a quello del modello reale. Le finiture sono globalmente buone anche se nell’esemplare in prova e’ presente un lievissimo difetto di accoppiamento dei due semigusci che formano il fusto che nella parte superiore non aderiscono perfettamente fra loro. La verniciatura e’ ben realizzata e rende bene l’effetto “brunitura” anche se e’ possibile notare in alcuni punti delle lievi disomogeneità che pero’ a mio avviso non sono un problema e contribuiscono a rendere “più vissuto” l’aspetto dell’arma.

Tecnica

Tecnicamente la pistola non si differenzia molto dalle altre CO2 presenti sul mercato; l’aspetto da “semiautomatica” nasconde in realtà al suo interno il meccanismo di un revolver con tamburino girevole a 8 colpi. Questo e’ accessibile aprendo verso l’alto la parte del finto carrello che ingloba al suo interno la canna ed in prossimità della culatta il piccolo tamburo girevole facilmente asportabile. Tutto il gruppo finto carrello – canna e’ imperniato sulla estremità anteriore del fusto attraverso una vite e da chiuso e’ agganciato al fusto tramite un meccanismo di blocco a levetta scorrevole; si tratta di un sistema molto simile a quello di alcune pistole Gamo a CO2 come la PT80.
Dopo aver azionato la leva di sblocco l’apertura verso l’alto del gruppo carrello - canna e’ favorita dall’azione di una molla di discreta potenza che può essere molto brusca pertanto e’ consigliabile contrastare la sua resistenza accompagnando la procedura con la mano per evitare che il piccolo caricatore venga sbalzato via con un effetto catapulta.

L’installazione della bomboletta di Co2 e’ forse la vera particolarità di questa pistola; si tratta infatti di un sistema molto efficace ed affidabile. L’alloggiamento della bomboletta e’ accessibile dopo aver rimosso la guancetta sinistra; per far questo e’ necessario premere il pulsante a lato dell’impugnatura, quello che nella vera Beretta92 aziona l’espulsione del caricatore. Per inserire la bomboletta bisogna per prima cosa alzare una leva piatta collocata all’interno dell’impugnatura poi dopo l’inserimento la chiusura della leva spingerà automaticamente la bombola nella sede della valvola; l’operazione richiede preventivamente una regolazione fine della leva in base al tipo di bomboletta usata. Infatti anche se apparentemente simili le bombolette di marche differenti possono differire fra loro per lunghezza o altre piccole caratteristiche. Anche se lievi, queste differenze possono compromettere la tenuta e nei casi limite danneggiare la valvola del Co2. Sulla Crosman CK92 dopo aver inserito la bomboletta e’ sufficiente regolare una vite alla base dell’impugnatura facendo in modo che la tacca di riferimento riportata sulla leva di chiusura risulti perfettamente parallela alla superficie dell’impugnatura stessa. Sembra complicato ma si tratta in realtà di un’operazione semplicissima che garantisce sempre il corretto inserimento della bomboletta.
L’autonomia da me verificata per una ricarica e’ di poco superiore ai 50 colpi utili con buona costanza di erogazione anche sparando rapidamente, sicuramente un buon risultato.
L’unico problema, e’ che i primi 3 o 4 colpi sono assolutamente ingestibili ed il pallino va un po’ dove gli pare, ma fortunatamente la situazione si stabilizza in fretta.

Mire e scatto

Le mire sono tradizionali, il classico mirino anteriore e una tacca posteriore in materiale plastico regolabile in alzo e deriva tramite due piccole viti. Il gruppo di mira posteriore non e’ il massimo della robustezza ed e’ piuttosto “ballerino”.
Lo scatto e’ stato una sorpresa, abituato a quello pesante di alcune Co2 provate in precedenza, ho molto apprezzato la sua “morbidezza”. In doppia azione e’ caratterizzato da una breve precorsa seguita da un secondo tempo molto lungo a cui segue lo sgancio vero e proprio che pur non essendo netto, e’ sufficientemente prevedibile e controllabile.
In singola azione la precorsa e’ leggermente più lunga ed il secondo tempo un po’ più breve ma leggermente ruvido e con sgancio più netto. In definitiva non ci si può lamentare anche se avrei preferito in modalità doppia azione un secondo tempo più breve.

Prova di tiro

Non bisogna aspettarsi prestazioni miracolose da una replica a Co2 nata per il tempo libero ed e’ con questo spirito che mi sono avvicinato alla linea di tiro casalinga per la prova di questa pistola.
La prima prova e’ stata effettuata sul solito bersaglio di cartone da 14X14 con nero da 6cm di diametro a 10m di distanza e pallini RWS Meisterkugeln da 8,2 gr tirando a 2mani senza appoggio. Dopo un po’ di riscaldamento il miglior risultato e’ stata una “fortunata” rosata di 5 colpi in 3cm, con rosate medie di 5 colpi in 4 - 5cm. Utilizzando pallini Rws R10, Hn Final Match, e Geco Superpoint ho ottenuto risultati simili. Con pallini Rws Geco e Rws Co2 Target teoricamente più adatti ad una Co2 perché con gonna più stretta e più leggeri, ho ottenuto i risultati peggiori con rosate più aperte anche se quasi sempre all’interno del nero.
La seconda prova si e’ svolta con lo stesso bersaglio e identiche modalità a 15m di distanza. A questa distanza i limiti di questa Co2 vengono a galla e le rosate cominciano ad allargarsi. Con Rws Meisterkugeln, R10, HN Final Match e Geco Superpoint risultati praticamente sovrapponibili con una rosata “fortunosa” da 4cm e mediamente l’80% dei colpi sparsi all’interno del nero. Con gli Rws Geco e Co2 Target la rosata si apre ancora con solamente il 50% dei colpi all’interno del nero.
In ogni caso la sensazione generale e’ che questa pistola dia il meglio di se con pallini pesanti, intorno ai 8,2gr.
La terza prova e’ stata effettuata tirando alle lattine da bibita fino a 20 metri di distanza ottenendo ottimi risultati con quasi il 100% dei tiri andati a segno con quasi tutti i pallini provati.
Sebbene i risultati possono apparire non eccezionali devo ammettere che io non mi posso certamente definire un “asso” con le armi corte, preferendo di gran lunga le carabine, e probabilmente in mani più esperte la CK92 potrebbe ottenere risultati migliori.

Da segnalare inoltre la discreta potenza di cui questa pistola e’ dotata che seppur largamente al di sotto del limite massimo consentito si e’ dimostrata superiore a quella di altre Co2 da me provate. Non ho avuto l’opportunità di cronografarla ma il test eseguito su un pannello di legno MDF da 4mm di spessore e’ stato significativo. A 10 metri di distanza il pannello e’ stato perforato in maniera netta da parte a parte con tutti i tipi di pallini utilizzati; altre Co2 hanno fallito il test ottenendo a distanze nettamente inferiori solo una parziale penetrazione del pallino nel legno.
Non sono sicuro che i 131 m/s dichiarati dal costruttore ci siano tutti, ma sicuramente la CK92 ci va molto vicino.

Conclusioni

Per concludere una nota sull’affidabilità: l’esemplare in mio possesso acquistato circa 2 anni fa ha sparato circa 4000 colpi, quasi tutti nel primo anno di vita, con l’unica accortezza di lubrificare la valvola del Co2 ogni 300 colpi con lubrificante al silicone. L’unico inconveniente riscontrato e’ stato l’inceppamento del tamburo con blocco dello scatto e difficoltà ad aprire la canna causato da una inspiegabile fuoriuscita del pallino dalla sede del tamburo; questo inconveniente si e’ verificato due volte.

© Tommy Angelo, aria.compressa.org - 09/2004

Postato il Wednesday, 15 September @ 19:08:16 UTC di tommyangelo
 
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!
 
Links Correlati
· Inoltre Armi a CO2
· News by cmladm


Articolo più letto relativo a Armi a CO2:
WALTHER CP99

 
Article Rating
Average Score: 3.70
Voti: 24


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

Re: CROSMAN CK92 (Voto: 0)
di Anonymous il Wednesday, 20 October @ 12:18:41 UTC
Ho appena acquistato la stessa pistola le mie prove sono ancora poche e essendo io alle prime armi non sono sicuramente un tester su cui fare affidamento ma leggendo il commento e utilizzando la pistola sono contento dell'acquisto


:: Tema adattato e rivisto da Francesco Corucci :: Ottimizzato per aria.compressa.org da NovArs - Milano - Italia ::

Per iscriversi al Portale, cioè al Sito e al Forum oppure a una sua qualsiasi sezione, è necessario accettarne incondizionatamente il Regolamento.
La registrazione al Portale o a una sua qualsiasi sezione da parte del richiedente Utente dimostra la sua piena e incondizionata accettazione del Regolamento di cui trattasi e di tutte le norme in esso contenute.
Progettazione e amministrazione del sito a cura di C. M. Leoni. Tutti i marchi e i loghi raffigurati sono di proprietà dei rispettivi Enti o Case. Tutto il resto © 2004-2005-2006-2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013 aria.compressa.org. Tutti i commenti e gli interventi sono responsabilità di chi li effettua.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owners. All the rest © 2004-2005-2006-2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013 aria.compressa.org. The comments are responsibility of their respective posters.
È tassativamente vietato prelevare contenuti da qualsiasi sezione del Portale e pubblicarli in altri spazi web o diffonderli pubblicamente in forma elettronica o cartacea senza il consenso scritto del Webmaster e senza citarne espressamente la fonte.
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.16 Secondi