Crea nuovo account
il punto di riferimento per le armi ad aria compressa dal gennaio 2004
PORTALE AC.ORG
· Home
· Premessa fondamentale
· Regolamento
· Netiquette
 
ARCHIVI DINAMICI
· Archivio argomenti
· Archivio articoli
 
DOCUMENTI
· Contenuti aggiuntivi
· Sondaggi
 
UTILITÀ
· Downloads
· Web Links
 
MENÙ PERSONALE
· Home
· Account personale
· Gruppi di discussione
· Messaggi privati
 
SONDAGGIO
Di solito dove conservi le tue armi?

In apposito locale blindato e chiuso
In apposito armadio blindato e chiuso
In armadio generico o ripostiglio chiuso
In armadio generico o ripostiglio aperto
Sopra un armadio
Sotto il letto
In posto nascosto al partner e/o ai figli
In vista nella mia abitazione
In vista nella mia abitazione, ma disattivate
Nella mia abitazione, dove capita o dove ho spazio
In luogo diverso dalla mia abitazione
Altro (specificare con un commento)



Risultati
Sondaggi

Voti: 2755
Commenti: 0
 
USER INFO
Benvenuto, Anonymous
Iscrizioni:
Ultime: LeandraRoy
Oggi: 0
Ieri: 0
Complessive: 20237

Utenti Online:
Visitatori: 202
Iscritti: 0
Totale: 202
 
SCEGLIAMO LA CARABINA
Storia, filosofia e tecnica

ALCUNE NOTE PERSONALI SULLA SCELTA DELL'ARMA LUNGA

Ormai da tempo, bazzicando non solo in rete nell'ambiente ed avendo una insana e prolungata passione per l'AC (che sia perché normalmente non si usano per ammazzare la gente?) mi capita spessissimo di ricevere da conoscenti reali o virtuali la seguente domanda.... ma cosa dici di comperare?
Aprire una discussione che suoni come PCP vs Springer non è proprio mia intenzione (sarebbe clonare cose tipo Ducati contro Jap, bicilindrica contro quadricilindrica, ecc.), però ogniqualvolta espongo quanto so, e faccio vedere a qualcuno le mie carabine mi accorgo che non esiste un "utente tipo" e vorrei dare umilmente qualche indicazione di massima utile a fare chiarezza in un mondo che tutto sommato tanto complicato poi non è.

Il sistema di funzionamento

Springer
No ai trattati, basti sapere che sono tutte carabine che in un modo o nell'altro (gas ram incluso) spingono un pallino fuori dalla canna sfruttando aria ottenuta per violenta decompressione di una molla al fine di sospingere un pistone. Non è difficile immaginare i pro (anche quelli psicologici) e i contro; la violenta espansione per la legge dell'azione-reazione determina un rinculo tanto più marcato quanto più potente è l'arma, se vi piace la sensazione di arma "vera" e la coscienza di acquisire una tecnica di tiro assolutamente specifica che può dare grandi soddisfazioni oltre ad una assoluta praticità d'uso ed un costo di esercizio molto contenuto e solitamente una semplicità costruttiva non indifferente, forse la springer (si tratterà poi di scoprire quale) è l'arma per voi anche se vi invito a consultare le sezioni seguenti.

Altri tipi: precompresse, co2, pcp
La prima tenta di rimuovere alcuni pseudo difetti (rinculo) del sistema springer, mantenendone però la praticità d'uso (armamento a leva ). La scelta nelle armi lunghe non è ampissima ed inoltre la diffusione è abbastanza limitata;
Co2 è antesignano del pcp, tranne che in ambito agonistico continua in modo particolare nelle repliche, ma anche in alcune recenti produzioni dell'est anche mirate all'agonismo ad essere presente sul mercato, la propulsione a Co2 presenta grossomodo le caratteristiche generali del PCP con qualche piccola pecca (ad esempio la tendenza a gelare in prossimità della valvola in caso di multiple aperture della valvola stessa in multishot, l'impossibilità, o quasi, di autoricaricare, la gestione delle bombolette ecc..). Arriviamo al PCP il cui funzionamento pare far tesoro delle esperienze passate al fine di fornire un attrezzo forse impersonale ma sicuramente degno di nota;
Il PCP sfrutta la spinta di aria atmosferica compressa (solitamente a 200 bar) contenuta all'interno di un serbatoio ricaricabile di capacità variabile al secondo dell'arma, l'aria compressa nella stragrande maggioranza dei casi viene dosata in pressione diversa da quella del serbatoio per mezzo di una precamera compensatrice e spinta nella canna tramite l'apertura di una valvola determinata dall'azione del percussore. Già detto in termini così semplicistici è facile intuire quanto sia più complessa rispetto al sistema springer ... e quello che non c'è non si rompe !

La scelta

Agonista
Un agonista ne sa di solito molto più di me banale spendaccione ed ha solitamente esigenze molto specifiche pertanto non entro neppure nel tema.

Amatore-collezionista
E' la categoria forse più diffusa, è molto eterogenea e copre da colui che chiede uno strumento chirurgico a colui che vuole un pezzo d'arte per la propria collezione, dare consigli generali risulta pertanto improbo, senza dubbio consiglierei una volta identificata una delle categorie sopra descritte e ragionando sul fatto che se un giorno ci dedicheremo all'agonismo valuteremo in quella sede l'arma da utilizzarsi, di stabilire un budget e di evitare assolutamente acquisti di oggetti a buon mercato se si è seriamente intenzionati a sviluppare la propria passione, ritengo infatti che una cifra decorosa da investire per una springer debba essere almeno di 300€, esistono sicuramente oneste carabine a meno, ma il più delle volte chi rientra in questa categoria finisce per affiancare a queste un prodotto più blasonato ... incrementando la spesa inutilmente; un 'altro aspetto da considerare è l'impatto estetico - io ad esempio curo maniacalmente la meccanica (e la pneumatica) delle mie armi e poco mi importa dei calci che talvolta maltratto ... ma molti guardano alla vena dei legni quanto alla precisione e scelgono magari di pagare di più pur di avere la medesima arma ma con un pregiato calcio di noce e mai e poi mai comprerebbero sintetici o multilaminati, a costoro inutile descrivere come carabina con miglior rapporto qualità prezzo la CZ - AA- Daisy, insomma la 200S, preferiranno senza dubbio una pregiata AA400 con calcio in noce forato...
Al maniaco del centro chirurgico (con poca fatica) debbo senza dubbio consigliare una PCP, ma se escludiamo proposte "agonistiche" in realtà tra una carabina da 500€ (indovinate quale) ed una da 1000 vi sono reali differenze di precisione? A priori la risposta non si può dare, la precisione non è un parametro ma la delicata risultante di un insieme di fattori bilanciati e così come un buon piatto non è solo frutto di buoni ingredienti in una carabina gli ingredienti, la loro provenienza, la ricetta, la manipolazione si uniscono per allietarci con un piatto dal gusto sempre unico; certo è che ingredienti di buona provenienza difficilmente deludono …Parlare di canne L. Walther, parlare di acciaio di Brno, parlare di Fwb, parlare di Hw (e di molti altri) è parlare di prodotti che non solo hanno una consolidata tradizione ma hanno anche una nicchia nel cuore di tutti gli appassionati; come in tutte le buone famiglie una pecora nera può esistere, ma credo di non sbagliare dicendo che entro una certa fascia di mercato (e di prezzo!!!) le differenze le fanno i particolari non tanto i risultati in termini di centro (salvo singole canne o singole armi sfortunate) per lo meno fuori dall’agonismo ove il decimo di mm può significare tutto.
Il ragionamento piuttosto lungo porta ad una conclusione lampante ovvero che con buona pace del portafoglio una “carabinetta” con il rapporto qualità prezzo della la S200 ha tutto l’indispensabile per essere la scelta più intelligente da farsi (almeno fin che altri seguendo la intelligentissima intuizione della CZ-AA non saranno in grado di proporre oggetti qualitativamente pari o superiori al medesimo prezzo od inferiore) ma il mondo è pieno di cervelli ed ognuno ragiona in modo diverso.
Pertanto c’è chi spende il triplo per una carabina agonistica senza mai calcare una pedana o chi cerca il prodotto top pensando che se non è soddisfatto di quello … cosa altro potrebbe soddisfarlo ? Niente di più falso: una Ferrari Maranello sarà pure una bellissima auto ma non è il massimo, né in città né sulle lunghe percorrenze … in pista il discorso cambia …

Multishot
Il multishot è una comodità in più … non certo una necessità.

Puro divertimento e … quelli che loro non sanno perché lo fanno…
Queste due ultime categorie sono nate principalmente con la liberalizzazione delle 7.5 J sono per lo più brave persone sani ed onesti padri e perché no madri di famiglia che attirati dal poter acquistare senza formalità burocratiche una arma per giunta funzionante e sparante, si divertono come pazzi a sparecchiare a lattine e bersaglietti vari, non sono almeno inizialmente animati da grande passione e talvolta neppure sanno esattamente come è fatto l’oggetto che maneggiano … si sono lasciati consigliare dall’armiere e il più delle volte sono tornati a casa o con l’oggetto più economico o con quello che nel loro immaginario più ricalcava l’immagine di arma e di potenza che si erano plasmati nella mente … un buon 30% di questi cerca di vendere l’arma dopo pochi mesi, un altro 30% la usa qualche giorno, sa di averla … ma non la usa più, il rimanente 40% si divide poi tra chi continua con divertimento a fare ciò che faceva inizialmente (barattoling) e chi scopre un mondo nuovo che neppure sapeva esistere ed inizia così il lungo affascinante viaggio nell’AC, che talvolta sfocia anche nell’agonismo ed in qualche sana, sudata, meritata vittoria.

La scelta nel dettaglio

Punti in comune tra PCP e springer
Si dice che un’arma per essere stabile debba essere pesante …beh se si parla di springer posso anche capire che un’inerzia maggiore possa essere gradita per le PCP questo è un po' più relativo: un atleta ben allenato è in grado di mantenere una carabina da oltre 4 kg in puntamento per diversi minuti … se non siete allenati imbracciare e tenere imbracciata anche non puntando ad uno specifico punto una HW700K può essere una impresa; da quanto vi ho detto avrete certo capito che in concreto trovo più attraenti carabine leggere rispetto a pesi massimi, anche in ragion del fatto che le ottiche, in modo particolare quelle di qualità, superano anche il kg di peso e talvolta sbilanciano fastidiosamente l’arma rendendo il peso percepibile (definiscesi peso percepibile il peso che realmente sembra di dover sostenere che è fattore non solo del peso reale ma del bilanciamento, della posizione del tiratore, del punto di imbracciata ecc.) di gran lunga superiore alle aspettative. Ricollegandomi a quanto detto all’inizio una springer comunque di solito associa ad un peso maggiore determinate prerogative non ultima delle quali una meccanica più massiccia il che non è mai disdegnabile, se comunque sparate a barattoli latte e lattine in modo particolare se sparate in posizione eretta una carabina leggera vi renderà felici, così come se amate confrontarvi con il bersaglio a 10 mt springer o pcp che sia ….e poi tra le tante cose a cui dar la colpa degli insuccessi…un’arma troppo leggera è la cosa più facile da correggere…basta qualche contrappeso ben dosato et voilà il piatto è servito!

Lo scatto
Croce e delizia, lo scatto, tanto curato sui prodotti di fascia alta è forse la cosa che più si presta ad individuali e soggettive regolazioni … salvo che spariate alle lattine ricercate tassativamente una carabina dotata di quante più regolazioni possibili sullo scatto e attenzione poi che purtroppo regolazioni non vuol dire scatto di qualità elevata, moltissimi parametri entrano qui in gioco, la finitura delle superfici, il progetto dei leveraggi, l’angolo di lavoro dei piani di contrasto, tutto contribuirà in modo non superficiale sulla resa della vostra arma e sul vostro “punteggio” ( anche se non siete in gara con altri quando sparate siete sempre in competizione con voi stessi) le regolazioni servono ma i buoni progetti ancor di più … scegliete con calma e se l’arma permette lo scatto a secco provatelo anche più volte, sentite come varia la precorsa, la corsa di scatto, il peso, il fine corsa, così come se l’azione è fluida e priva di spigolosità e ricordatevi che deve essere la testa a far partire il colpo non il dito … e la testa non usa la forza.

La canna
Lunga, corta, pesante, leggera, inox, in acciaio, martellata, lavorata a freddo, mamma mia … vogliamo lasciare questi dettagli alle Case costruttrici e goderci invece i risultati di una buona canna … beh non resta che comperare bene evitando eccessi di risparmio, se poi saliamo nell’olimpo delle AC … le canne non saranno selezionate a mano ma per noi miseri mortali saranno dei gioielli.

La qualità meccanica, questa sconosciuta
In modo particolare per le springer meccanica, materiali e tolleranza significano quasi tutto.
Il fiorire di parti customizzate hat top, molle, guidamolla, guarnizioni, camiciature ecc. la dice lunga sulla qualità di prodotti commerciali anche di fascia medio alta, è comunque l’esasperata ricerca della perfezione, il piacere di sentire un suono armonico e non uno "sblenggg" il piacere del matrimonio perfetto ed il piacere dell’affinazione dei risultati che spinge a customizzare ma come chi customizza sa i costi sono elevati, le case giustamente propongono oggetti imperfetti ma con costi proporzionati alla loro finitura, per capire cosa intendo basta maneggiare ed usare una seppur bella Hw 77 e poi una TX 200 o una customizzata Maccari … il cronografo forse non se ne accorgerà ma tanto voi quanto il vostro cartoncino sì. Per le pcp ove la qualità meccanica sembra essere in secondo piano e non esiste praticamente mercato di parti customizzate nondimeno le tolleranze di lavorazione, i tipi di materiali accoppiati, gli acciai usati per la molla del percussore e per la molla richiamo valvola così come la qualità degli Or impegnati e la valvola stessa sono fondamentali tanto per il piacere d’uso quanto per la longevità del prodotto, dispiace vedere quanto alcuni prodotti anche di fascia alta abbiano trascurato la qualità delle lavorazioni meccaniche di tutto ciò che non si vede … e ciò alla lunga determina sempre problemi, talvolta anche gravi .

Il budget
Se parliamo di carabine libere per lo svago e il barattoling a mio parere non vale la pena pensare a cifre astronomiche, anche perché prima o poi saremo tentati da svariati accessori che peseranno sul nostro budget iniziale una springer da 200-300 € potrà essere la nostra compagna ideale di svago che debitamente associata ad una ottica variabile da 3 a 12 o ad un red dot decoroso e a buoni attacchi farà salire la nostra spesa a 300-500 euro un po’ di pellets magari omaggio, qualche feltrino, una buona bomboletta di Birchwood Casey sintetico per l’esterno … e siamo pronti a divertirci ... a proposito di pallini ... se volete bucare di tutto esistono degli ottimi trapani da 1200W molto economici che associati ad una punta al cobalto garantiscono ottimi risultati …spendete i vostri soldi in modo intelligente e scegliete i pellets in funzione dell’uso e dei risultati che volete ottenere, gli economici Gamo Match per sparare alle lattine vanno più che bene per un bersaglio prediligete pellet selezionati R10 ad esempio … i vari “perforanti” le capsulette di plastica, cedute a peso d’oro, i pellets ultraveloci in alluminio e quelli ultraleggeri teflonati … beh lasciateli all’armiere, chissà se ad usarli si diverte tanto quanto a venderveli.

Se si entra nella categoria collezionismo e tiro a segno amatoriale il budget è apertissimo; potendo, nelle springer, è meglio puntare dritti all’olimpo, i pezzi unici sono sempre i più graditi in una collezione ed inoltre difficilmente deludono, potrete mostrare con orgoglio la vostra collezione di Gamo e Norinco, ciò non di meno mostrare una TX 200 una HW977 o una 77k ha altro impatto ed inoltre la differenza è ancor più marcata ad utilizzarle, una buona ottica è quanto mai auspicabile e qui il budget può lievitare di qualche centinaio di euro.
Altra musica per le PCP ove vale la pena parlare prima di tutto degli accessori … siete di sana e robusta costituzione fisica, sparate poco, vi piace sentire il cuore che spinge … bene una bella pompa Logun o Gehmann è quanto fa per voi … ma se così non fosse come diavolo si riempiono i serbatoi? Non provate a soffiarci dentro, non funziona fidatevi, usate invece mezzi ben collaudati e purtroppo dispendiosi, il top sarebbe composto (per tiratori sistematici che sparino centinaia di colpi alla settimana) da un compressore, una bombola da 18 e una da 5 o 10 per le sessioni a poligono (o comunque le trasferte) i costi sono abbastanza variabili, vi sono anche in commercio piccoli compressori adatti al caricamento del serbatoio del fucile (evitano la scuba) ma sinceramente visto che costano come un compressore “vero” e professionale e una bombola da 10 o 18 è senza dubbio più pratica (e non necessita di corrente elettrica) io personalmente non lo consiglio. Il compressore è reperibile nuovo intorno ai 1500€ ed è possibile risparmiare qualcosa acquistando un revisionato a c.a. il 25/30% in meno, la scuba varia dai 250 € di una nuova a molto meno per un usato da ricollaudare … vi state spaventando ... non preoccupatevi c’è sempre la pompa da 100 euro …Vi è rimasto qualcosa per la carabina e l’ottica? Preparatevi alle sorprese ! Purtroppo se nelle carabine la qualità si paga … nelle ottiche ti svena! Pertanto confortati dal solo fatto di non dover necessariamente optare per un’ottica specifica per AC (quasi d’obbligo nelle springer in modo particolare se potenti) mettetevi pure alla ricerca dell’oggetto del desiderio, consiglio vivamente di valutare con la massima attenzione l’oggetto in questione e se possibile controllarlo accuratamente e confrontarlo come caratteristiche visive con una ottica top (esempio una Nightforce o uno Swarovsky di pari ingrandimenti) tanto per capire … cosa vi perdete, una ottica di buona qualità vi affaticherà enormemente meno la vista, sarà utilizzabile anche in condizioni di scarsa luce, sarà rivendibile perdendoci poco o nulla ed inoltre se ben scelta vi accompagnerà per tutta la vita, a mio modesto ed opinabile parere per i 10 /15 mt anche una fissa da 4 ingrandimenti (con buone lenti) è più che sufficiente , inquadrare un bersaglio da C10 a 25-30 mt o più diventa però un tantino più ostico, pertanto se contate di sparare a quella distanza consiglierei una buona variabile da 3-12x50 (o più ... esistono anche delle ottime 4-12x56 a prezzi comunque superiori a 300€ ) ricordatevi che 150 € spesi per un’ottica con cui fate fatica a vedere già a ¾ degli ingrandimenti promessi non è risparmio è spreco! Altresì 500€ spesi per una buona ottica sono un buon investimento (ovviamente potendo ed avendone la necessità) tra le ottiche “economiche” non ho mai trovato (tranne Shirstone che però fa gioco facile con i suoi soli 4 ingrandimenti) un’ottica soddisfacente in senso lato, ho viceversa tratto grandi soddisfazioni dalla Hakko Superb 3-12x56 30mm così come dal Nikko Diamond Sterling 10-50x60 30mm che ad un terzo del costo di un Nightforce non lo equivarranno qualitativamente ma garantiscono un elevato rapporto qualità prezzo.
Finalmente, prosciugati fino all’osso dobbiamo scegliere la pcp … che vogliamo fare?
Nella gamma match c’è solo l’imbarazzo della scelta e d i marchi presenti sono quasi tutti talmente blasonati che il misero utente ne balbetta talvolta erroneamente e con reverenza il nome, in codesta tipologia di carabine svolazzano almeno 1500 euretti (con qualche accessorietto) e non è affatto impossibile superare anche i 2000 … io direi che se non sono proprio i risultati agonistici a cui aspiriamo … si potrebbe passare oltre, ma se la passione vi spinge lì, cercate perlomeno di acquistare modelli ben venduti e ben assistiti in Italia … non si guasteranno mai ma la possibilità di dialogo è importante, visto che i “tiratori scelti” sono anche personaggi che disdegnano i penultimi modelli, qualche buon affare sul nuovo si può anche fare in concomitanza all’uscita dei modelli nuovi ricercando il modello precedente (che spesso ha ben poco di diverso).

Su marche e modelli vi lascio la massima libertà sebbene non vi consiglio di procedere all’acquisto senza aver imbracciato (e provato se ve ne danno la possibilità) le splendide Feinwerkbau o le Anschutz e perché no anche le accattivanti Hammerli AR50 o le economiche (si fa per dire) Walter Dominator o Steyr LG 100 … nessuna salvo siate campioni a livello nazionale potrà lasciarvi realmente insoddisfatti, qualcuna di queste però potrebbe colpirvi in modo particolare. Dei marchi citati ho avuto modo (tranne la Hammerli) di provare almeno una carabina, anche modelli non recentissimi, e devo dire che non saprei indicare (sotto il profilo prestazionale) quale mi abbia entusiasmato maggiormente, ma dato il livello del tiratore le carabine erano tutte ad un livello macroscopicamente più alto.
Nel settore “sportivo” le proposte non sono moltissime e i marchi sono veramente pochi, il monopolio è praticamente in mano a Mr. Raffaele della Domino, eccezion fatta per le Hw (Bignami) le BSA (Adinolfi) e gli Steyr (che però appartengono più alla categoria Match che sport-tempo libero) credo di ricordare che ad oggi non esista una PCP catalogata che non porti il suo punzone … e di questo noi appassionati non possiamo che ringraziarlo; tra gli oggetti ormai saldamente presenti sul mercato nazionale non possiamo non citare le AA 400 e 410 la stupefacente (per il rapporto prezzo/prestazioni) AA (CZ) 200 S e T ma alcune novità (FX e Daystate) ben note oltremanica ed oltreoceano stanno facendo capolino, io personalmente per uso amatoriale non posso che ribadire l’assoluto divertimento e soddisfazione che si può trarre dalla carabina PCP più economica attualmente sul mercato, se poi volete di più la questione diventa troppo soggettiva ed è difficile dare un consiglio di valenza generale sappiate comunque che tutte le carabine citate hanno ottime qualità balistiche, la lotta come già accennato è più sui particolari, sui livelli di finitura, sull’estetica che su altro, scegliete con la testa e con il cuore.

© ares, aria.compressa.org - 05/2005

Postato il Sunday, 01 May @ 15:15:07 CEST di ares
 
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!
 
Links Correlati
· Inoltre Storia, filosofia e tecnica
· News by cmladm


Articolo più letto relativo a Storia, filosofia e tecnica:
SCEGLIAMO LA CARABINA

 
Article Rating
Average Score: 4.32
Voti: 59


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

Re: SCEGLIAMO LA CARABINA (Voto: 1)
di tave il Wednesday, 14 September @ 13:25:20 CEST
(Info Utente | Invia un Messaggio)
articolo utile, per uno come me che è appunto in fase di scelta...
non sono d'accordo al 100% con la suddvisione in categorie di utenza che hai fatto, ma è naturale che si faccia qualche forzatura se si vuole sintetizzare un mondo che certamente è molto eterogeneo.
Mi piacerebbe sapere che ne pensi di un'altra categoria: quelli che (solitamente springeristi) non si divertono se non smontano la carabina 2 volte al mese e non se la customizzano! (e anzi si divertono di più così che non a spararci!)
Per me sono i migliori!! ;-)

grazie dell'articolo
Tave


:: Tema adattato e rivisto da Francesco Corucci :: Ottimizzato per aria.compressa.org da NovArs - Milano - Italia ::

Per iscriversi al Portale, cioè al Sito e al Forum oppure a una sua qualsiasi sezione, è necessario accettarne incondizionatamente il Regolamento.
La registrazione al Portale o a una sua qualsiasi sezione da parte del richiedente Utente dimostra la sua piena e incondizionata accettazione del Regolamento di cui trattasi e di tutte le norme in esso contenute.
Progettazione e amministrazione del sito a cura di C. M. Leoni. Tutti i marchi e i loghi raffigurati sono di proprietà dei rispettivi Enti o Case. Tutto il resto © 2004-2005-2006-2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013 aria.compressa.org. Tutti i commenti e gli interventi sono responsabilità di chi li effettua.
All logos and trademarks in this site are property of their respective owners. All the rest © 2004-2005-2006-2007-2008-2009-2010-2011-2012-2013 aria.compressa.org. The comments are responsibility of their respective posters.
È tassativamente vietato prelevare contenuti da qualsiasi sezione del Portale e pubblicarli in altri spazi web o diffonderli pubblicamente in forma elettronica o cartacea senza il consenso scritto del Webmaster e senza citarne espressamente la fonte.
PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.18 Secondi